• bcerimoniaoss.jpg
  • home news.jpg

Con il d.lgs. 3 agosto 2018, n.105, pubblicato sulla GURI del 10 settembre 2018 ed entrato in vigore il giorno successivo, sono state introdotte, ai sensi dell’articolo 1, comma 7 della l. 6 giugno 2016, n. 106, disposizioni integrative e correttive al d.lgs. 3 luglio 2017, n. 117, recante il codice del Terzo settore. 

 

Soggetti interessati: enti iscritti ai registri nazionale e regionale della promozione sociale, ai registri regionali del volontariato e all’anagrafe delle Onlus.

Scadenza dei termini per gli adeguamenti statutari: 2 agosto 2019.

Modalità di approvazione delle modifiche statutarie da parte degli organi competenti (normalmente l’Assemblea): a seconda dei casi modalità semplificate (maggioranze deliberative ordinarie secondo quanto previsto dai rispettivi statuti) o modalità non semplificate (maggioranze deliberative rafforzate, normalmente previste dagli statuti in caso di modifiche statutarie).

Gli enti non iscritti ai registri che intendano adeguare gli statuti ai fini dell’iscrizione a questi ultimi, dovranno comunque applicare le disposizioni statutarie previste per le modifiche degli statuti e non potranno beneficiare della semplificazione di cui all’art. 101.

Gli enti iscritti che procedano alle modifiche statutarie oltre la scadenza del 2 agosto 2019 dovranno applicare le disposizioni statutarie previste per l’assunzione delle delibere modificative degli statuti, senza beneficiare della semplificazione.

Articolo

 

Oggetto

Natura dell’adeguamento (obbligatoria, derogatoria, facoltativa)

Modalità deliberativa (semplificata, non semplificata)

4

Forma giuridica, principi generali, declinazione finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale dell’ente

Obbligatoria

Semplificata

5

Individuazione attività di interesse generale che costituiscono l’oggetto sociale

 

Obbligatoria

Semplificata

6

Esercizio attività diverse

2 ipotesi:
Inserimento della previsione: facoltativa
Adeguamento di previsioni già presenti: obbligatoria

Semplificata solo in caso di adeguamento obbligatorio di previsioni già in essere, non semplificata in caso di previsione ex novo di esercizio di attività diverse.

8 co.1

 

Destinazione del patrimonio

Obbligatoria

Semplificata

8 co. 2

Divieto distribuzione utili

 

Obbligatoria

Semplificata

9

Devoluzione del patrimonio in caso di estinzione o scioglimento

Obbligatoria

Semplificata

 
 

10

 
 
 
 

Costituzione di patrimonio destinato ad uno specifico affare

 
 
 

Facoltativa

 
 
 

Non semplificata

 

12

 
 

Denominazione sociale ETS

 

Obbligatoria per gli enti diversi da, ODV, APS, Enti filantropici, Imprese sociali, Cooperative sociali, Società di mutuo soccorso, per i quali esistono specifiche disposizioni (artt. 32 co. 3, 35 co. 5, 37 co. 2 d.lgs. 117/2017; art. 6 d.lgs. 112/2017, art. 1 l. 381/1991, d.m. Mise 6.3.2013 art. 3, comma 2)

Semplificata

 
 
 

32 c. 3

 
 
 
 

Denominazione sociale ODV

 
 

ODV iscritte: obbligatoria.

ODV costituite ma non ancora iscritte: obbligatoria ma con clausola integrativa

 

Semplificata Semplificata

 
 
 

35 c. 5

 
 
 
 

Denominazione sociale APS

 
 

APS iscritte: obbligatoria

APS costituite ma non ancora iscritte: obbligatoria ma con clausola integrativa

 

Semplificata Semplificata

 
 
 

37 c. 2

 
 
 
 
 

Denominazione sociale “Ente filantropico”

 
 
 
 

Obbligatoria

 
 

Semplificata

 
 
 
 
 

13 c. 1-2

 
 

Bilancio: individuazione degli organi competenti a porre in essere gli adempimenti connessi

 
 

Obbligatoria

 
 
 

Semplificata

 
 
 

13 c. 6

 

Nel caso in cui si preveda lo svolgimento di attività diverse da quelle ex art. 5: menzione del carattere secondario e strumentale nei documenti di bilancio

Se le attività sono previste: obbligatoria (se lo statuto prevede lo svolgimento di attività diverse da quelle istituzionali)

 
 

Semplificata

 

14 co. 1

 
 
 
 

Bilancio sociale: individuazione degli organi competenti a porre in essere gli adempimenti connessi

 
 

Obbligatoria in caso di raggiungimento delle soglie di legge

 

Semplificata

 
 
 

15 co. 3

 
 
 
 
 

Diritto in capo a soci/associati/aderenti di esaminare i libri sociali

 
 
 
 

Obbligatoria

 
 

Semplificata

 
 
 

17

 
 
 

Volontari

 
 
 

Obbligatorio rimuovere previsioni statutarie difformi alla legge per gli enti che si avvalgono di volontari

 

Semplificata

 
 
 

23 co. 1, 2, 3

 
 

Ammissione dei soci

 

Derogatoria (nel caso in cui si intendano introdurre disposizioni differenti da quelle generali presenti nel Codice)

Semplificata

 
 
 

24 co. 1

 
 
 
 
 
 

Diritto di voto dei neoassociati

 
 
 
 

Derogatoria per periodi inferiori ai 3 mesi. Non modificabile in peius

 
 

Semplificata

 
 
 
 

24 co. 2

 
 
 

Rappresentanza degli enti associati (attribuzione di voti >1 fino a 5 voti)

 

Facoltativa

 
 

Non semplificata

 

24 co. 3

 
 
 
 
 

Delega

 
 
 
 

Derogatoria

 
 

Semplificata

 
 
 
 
 

24 co. 4

 

Ricorso al voto per corrispondenza o telematico

Facoltativa

 
 

Non semplificata

 

24 co. 5

 
 
 
 
 

Possibilità di assemblee separate

 
 
 
 

Facoltativa

 
 

Non semplificata

 
 
 

24 co. 6

 
 

Applicabilità per le fondazioni del terzo settore dotate di organo assembleare o di indirizzo delle norme previste per le assemblee delle associazioni

 

Derogatoria

Semplificata

 
 
 
 
 

25 co. 1

 
 
 
 

Competenze assemblea

 
 
 

Obbligatoria

 
 
 
 

Semplificata

 

25 co. 2

 
 

Competenze assemblea (enti con associati ≥ 500)

 

Derogatoria

Semplificata

 
 
 

25 co. 3

 
 
 
 
 

Competenze assemblea fondazioni

 
 
 
 

Facoltativa

 
 

Non semplificata

 
 
 
 
 

26, co. 1, 2

 
 

Organo di amministrazione

 
 

Obbligatoria (funzioni, composizione, funzionamento se collegiale)

 
 
 

Semplificata

 

26, co. 3,4,5

 
 

Amministratori: requisiti, appartenenza, soggetti con diritto di nomina di uno o più amministratori

 

Facoltativa

Non semplificata

 
 
 

26 co. 7

 
 
 
 
 

Potere generale di rappresentanza e regime di conoscibilità di eventuali limitazioni.

 
 
 
 

Obbligatoria

 
 

Semplificata

 
 
 

26 co. 8

 
 
 

Organo di amm. nelle Fondazioni

 
 
 

Obbligatoria (co. 7) o Facoltativa (co. 3, 4 e 5):

 

Semplificata se obbligatoria Non semplificata se facoltativa

 
 
 

30

 
 

Organo di controllo

 

Obbligatoria per le fondazioni e gli enti dotati di patrimoni destinati nonché per gli enti che raggiungono i limiti dimensionali

Facoltativa per gli enti che istituiscono l’organo pur non essendovi tenuti per obbligo di legge

Semplificata Non semplificata

 
 
 
 
 

30 co. 6

 
 
 
 

Attribuzione all’organo di controllo dei compiti di revisione legale dei conti

 
 
 

Facoltativa

 
 
 
 

Non semplificata

 

31

 
 
 
 

Revisione legale (per raggiungimento limiti dimensionali ed enti con patrimonio destinato)

 
 
 

Obbligatoria

 

Semplificata

 
 

32 co. 1

ODV: forma associativa, finalità e modalità di svolgimento delle attività (apporto prevalente dei volontari)

Obbligatoria

Semplificata

32 co. 2

Possibilità di associare altri enti del TS o senza scopo di lucro

Facoltativa se non prevista

Obbligatoria se necessaria a riallineare le previsioni con quelle disposte dalla legge (es. introducendo il limite del 50%)

Non semplificata Semplificata

34 co. 1 e2

Ordinamento e amministrazione ODV

Obbligatoria

Semplificata

35 co.1

APS: finalità e modalità di svolgimento delle attività (apporto prevalente dei volontari), destinatari delle attività

Obbligatoria

Semplificata

35 co. 2

APS: assenza di limiti e discriminazioni nell’accesso e nella partecipazione alla vita associativa

 

Obbligatoria

Semplificata

38 co. 2

Principi per la gestione del patrimonio, la raccolta di fondi, la destinazione, le modalità di erogazione delle risorse

Obbligatoria

Semplificata

41 co.3

 

Reti associative nazionali: allineamento contenuti statutari con le previsioni di legge

 

Facoltativa

Non semplificata

41 co. 7

Reti associative: ordinamento interno nel rispetto di democraticità pari opportunità uguaglianza ed elettività

Obbligatoria

Semplificata

41 co. 8, 9, 10

 

Reti associative: diritto voto, deleghe e competenza assemblea

Derogatoria

Semplificata

98

Associazioni e Fondazioni, esclusione della possibilità di operare trasformazioni fusioni e scissioni

Derogatoria

Semplificata

CSV LAZIO ORGANIZZA DEI SEMINARI INFORMATIVI IN TUTTA LA REGIONE   14/12/2018

 

Nel 2018 la normativa italiana sulla privacy è cambiata completamente. E' divenuto legge dello Stato un Regolamento europeo sula protezione dei dati personali noto con la sigla inglese GDPR.  Il GDPR si applica a tutte le organizzazioni quale che sia la loro dimensione e la loro finalità‚ quindi anche alla più piccola realtà del terzo settore.

Ignorare il GDPR è una tentazione che va superata‚ non solo per timore delle sanzioni. Per quasi tutte le realtà del Terzo settore è vitale il rapporto con le Istituzioni (comuni‚ regioni‚ enti pubblici‚ Unione Europea). E' estremamente probabile che presto‚ non appena si saranno a loro volta messe a norma‚ queste Istituzioni chiederanno alle Associazioni come requisito di comprovare la loro adesione al GDPR.

Cosa significa in concreto 'fare il GDPR'? In una parola si tratta di descrivere dei dati personali all'interno dell'organizzazione: come e perché vengono acquisiti‚ dove sono custoditi‚ chi può accedervi e come‚ a quali elaborazioni sono sottoposti. Questi 'Trattamenti' vanno documentati in una Informativa pubblicamente accessibile. II consenso (esplicito o con il principio del silenzio assenso) della persona alla quale si riferiscono i dati va acquisito sulla base di queste informazioni. Vanno inoltre riscritte tutte le privacy policy dei siti web e vanno formati tutti i soci o volontari che maneggiano dati personali all'interno dell'organizzazione.

I CSV del Lazio organizzano una serie di seminari in tutta la Regione rivolti ai volontari degli enti del Terzo Settore‚ con particolare riguardo alle Organizzazioni di Volontariato.

Gli incontri saranno gestiti con modalità seminariale‚ basata principalmente sulla presentazione dei contenuti; sarà comunque dato spazio alla discussione nella parte conclusiva del seminario.

La durata complessiva del percorso è di 3 ore‚ orario 15.00 – 18.00

Questi i contenuti degli incontri:

  • Introduzione al GDPR
  • Il supporto di CESV  Lazio
  • Il gergo del GDPR
  • Cosa sono i dati personali
  • Rinunciare ai dati inutili
  • Modificare le procedure
  • Identificare i Trattamenti
  • Costruire una Informativa
  • Il 'nuovo'  consenso
  • Il consenso con silenzio-assenso
  • Il registro dei Trattamenti
  • I diritti
  • La privacy dei siti web
  • La formazione degli addetti
  •  18 Febbraio Viterbo (Casa del Volontariato‚ Via Igino Garbini 29/G) dalle 15.00 alle 18.00.

 

Dal 1° gennaio 2019, data dalla quale parte l’abolizione, i soggetti prima obbligati all’utilizzo del sistema dovranno applicare, come di fatto comunque già avveniva, le consuete modalità gestionali (formulari d’identificazione dei rifiuti, registri di carico e scarico e mud). 

Riferimenti normativi: articolo 6 Decreto Legge n.135/2018 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.290 del 14/12/2018.

CAMPAGNA LEGAMBIENTE

Partecipa a una delle nostre campagne scegliendo quella che fa per te: Acqua, Aria, Legalità, Arte e Biodoversità sono i campi in cui puoi impegnarti nelle azioni di monitoraggio scientifico.
Volontari x Natura ha due obiettivi: diffondere la cultura del volontariato e sviluppare la pratica della cittadinanza attiva, o citizen science. Per questo abbiamo realizzato un progetto che promuove l’interesse per l’ambiente attraverso campagne di monitoraggio ambientale.

Siamo convinti che il volontariato in campo ambientale sia un ingrediente fondamentale per realizzare lo sviluppo sostenibile. Perché prendersi cura del territorio in cui viviamo ci insegna a sentirlo nostro e rafforza quel senso di comunità che è condizione indispensabile per sentirsene responsabili.

Sono 5 i campi d’intervento che prevedono attività di raccolta dati, segnalazioni e informazioni utili. Si può contribuire in autonomia o aggregarsi e formare un gruppo.

Con i Volontari x Natura occuparsi dell’ambiente è utile e divertente.

Partecipa a una delle nostre campagne scegliendo quella che fa per te. Acqua, Aria, Legalità, Arte e Biodiversità: scopri i campi in cui puoi impegnarti nelle azioni di monitoraggio scientifico.
Sul sito https://volontaripernatura.greenproject.info/. è possibile scaricare la scheda di adesione

 
TUO.PA
 

Riteniamo utile promuovere l’indagine attivata in collaborazione tra la direzione centrale per le statistiche territoriale e ambientale (DCAT) dell’Istat e il centro di ricerca universitario (CIRBISES) della sapienza.

Le Ecoregioni, o regioni ecologiche, sono porzioni più o meno ampie di territorio ecologicamente omogenee nelle quali specie e comunità naturali interagiscono in modo discreto con i caratteri fisici dell’ambiente.

Nel panorama internazionale, i processi di classificazione ecologica che portano alla definizione delle Ecoregioni vengono utilizzati come strumento di indirizzo per le strategie di gestione e sviluppo sostenibile del territorio a diverse scale.

L’approccio adottato in Italia prevede una classificazione gerarchica e divisiva del territorio in unità a crescente grado di omogeneità, coerentemente con specifiche combinazioni tra i fattori climatici, biogeografici, fisiografici e idrografici che determinano presenza e distribuzione di diverse specie, comunità ed ecosistemi.

Per la classificazione dei Comuni secondo le Ecoregioni d’Italia è stata attivata una collaborazione tra la Direzione Centrale per le Statistiche Territoriali e Ambientali (DCAT) dell’Istat e il Centro di Ricerca Interuniversitario “Biodiversità, Servizi ecosistemici e Sostenibilità” (CIRBISES), Dipartimento di Biologia Ambientale, La Sapienza Università di Roma.

La statistica sperimentale prodotta basata sulla classificazione dei Comuni Italiani secondo le Ecoregioni d’Italia tiene conto di informazioni aggiuntive rispetto a quelle sino ad ora pubblicate dall’Istat e riportate rispetto alle variazioni territoriali e amministrative che si verificano ogni anno sul territorio Nazionale.

Un elemento rilevante di questa nuova modalità di classificare i comuni è quello di consentire una nuova lettura del territorio in base alla quale analizzare in modo congiunto i dati statistici di carattere socio-demografici ed economici con le caratteristiche intrinseche delle ecoregioni  relative all’omogeneità rispetto a fattori climatici, biogeografici, fisiografici e idrografici.

Sul sito ISTAT è possibile scaricare i risultati.

ALLEGATI

L’Annuario statistico italiano offre di anno in anno un articolato ritratto dell’Italia e della sua evoluzione, favorendo una lettura integrata dei fenomeni in atto. Con il suo apparato di informazioni e metadati, l’Annuario costituisce per esperti, policy maker e cittadini un importante strumento per orientarsi all’interno dell’offerta di dati e fonti. E’ possibile scaricare l’annuario dal sito ISTAT.

Data di pubblicazione Dicembre 2018.

Informiamo gli associati e gli amici dell'Associazione che la nuova sede legale è stata trasferita a Viterbo in via Cesare Pinzi n.5

Il Presidente 

(Allegrini Roberto)

TURISMO

  • Welcome assistenza alla clientela
  • Operatore accoglienza turistica
  • Responsabile organizzativo di struttura
  • Addetto al servizio di ricevimento
  • Cameriere

 

AMBIENTE

  • Tecnico monitoraggio delle acque
  • Potatore over 50

 

AGRICOLTURA

  • PSR Giovani agricoltori Ed.1
  • PSR Giovani agricoltori Ed.2
  • PSR Giovani agricoltori Ed.3
  • Patentini fito-sanitari

 

INTEGRAZIONE SOCIALE

  • Reset
  • Orientarsi in rete
  • Progetto per ristretti – Impiantista elettrico
  • Progetto per minori ristretti- Welcome a tavola

 

ARTIGIANATO

  • Orafo
  • Operatore grafico impaginatore
  • Installatore e manutentore impianti elettrici
  • Elettricista
  • Eolico e fotovoltaico
  • Decoratore di ceramica
  • Installatore e manutentore impianti elettrici ed. 2

 

AREA SANITARIA

  • Riqualificazione O.S.S. Ed.1
  • Riqualificazione O.S.S. Ed.2
  • Riqualificazione O.S.S. 2014
  • Riqualificazione O.S.S. 2015
  • O.S.S. 2007
  • O.S.S. 2009
  • O.S.S. 2012
  • O.S.S. 2015
  • Progetto sperimentale O.S.S. Classi III, IV, V Istituto Superiore
  • Assistenza anziani
  • ADEST

 

MODA

  • Marketing e moda
  • Modellista
  • Addetto alle vendite

 

IFTS

  • IFTS Logistica
  • Controllo di gestione

 

TECNOLOGIA E COMUNICAZIONE

  • Governance dei servizi
  • Tecnico di collaudo e integrazione di sistemi
  • Comunicazione interpersonale
  • Inglese e informatica
  • Tecnico sistemi multimediali
  • Eipass (più edizioni)

 

UNIONE EUROPEA

  • Arts&Parks

 

CASSAINTEGRATI

  • WELFARE TO WORK
  • Edizione 1
  • Edizione 2
  • Edizione 3
  • Edizione 4

 

AREA AMMINISTRATIVA

  • Responsabile amministrativo

 

ENTE ATTUATORE GARANZIA GIOVANI

 

FORMAZIONE CONTINUA ex lg 236/93

Si comunica che gli interessati ad aderire all’avviso "MiFormoeLavoro", possono contattare gli enti accreditati della Provincia di Foggia, seguendo le procedure previste, in quanto l’Associazione Monte Celano non opera più nella sede di Lesina.

 

Informiamo gli aspiranti allievi dei corsi formativi MiFormoeLavoro che a breve vi saranno comunicazioni inerenti all'iscrizione ai percorsi formativi.

Pagina 1 di 9

Ultimi posts