• bcerimoniaoss.jpg
  • home news.jpg

BONUS SUD 2018: LE NOVITA'

La Legge di Bilancio dello Stato per l'anno 2018 ha previsto, tra i vari provvedimenti, il rinnovo dell'Incentivo Occupazione Mezzogiorno (più comunemente denominato “Bonus sud”). Si tratta di una misura che, già dalla versione dello scorso anno, si prefigge l'intento di agevolare l'assunzione a tempo indeterminato dei lavoratori svantaggiati nelle Regioni meridionali.

L'Anpal, Agenzia Nazionale per le Politiche Attive, nata nel 2016 in seguito alla Riforma Jobs Act, ha il compito di coordinare le politiche del lavoro, mettendo in pratica le direttive di sviluppo delle professioni e svolgendo una funzione di controllo dell'erogazione di incentivi, volti al decremento della disoccupazione.

Assecondando le sue prerogative, l'Anpal ha decretato l'istituzione del suddetto incentivo, indirizzato a datori di lavoro privati, che decidano di assumere con contratto a tempo indeterminato o di apprendistato professionalizzante persone disoccupate, rientranti in una delle due casistiche:

A) Abbiano un'età compresa tra i 16 e i 34 anni

B) Abbiano compiuto almeno 35 anni e siano prive di impiego da 6 mesi

La sede di lavoro deve trovarsi in una delle Regioni meridionali, comprese quelle di “transizione” (Sardegna, Abruzzo e Molise). L'incentivo copre l'intera contribuzione previdenziale spettante al datore di lavoro, per la durata di 12 mesi, fino a un limite massimo di 8060 euro.

Dal 2018, sono state inserite alcune specifiche sui requisiti richiesti ai lavoratori e due importanti novità:

  1. La compatibilità e cumulabilità dell'Incentivo Occupazione Mezzogiorno con altre agevolazioni, come ad esempio l'Incentivo strutturale all'occupazione giovanile stabile

  2. L'allargamento della platea dei lavoratori interessati, comprendendo anche coloro che vedono trasformare il contratto di lavoro da tempo determinato in tempo indeterminato

Il datore di lavoro può inoltrare istanza di ammissione attraverso l'apposito modulo telematico, disponibile sul portale dell'Inps.

Letto 7083 volte

Ultimi posts