• bcerimoniaoss.jpg
  • home news.jpg

Tabella riepilogativa delle modalità di adeguamento statutario da parte degli enti del terzo settore (d.lgs. 3 luglio 2017 n. 117 e s.m.i., Codice del Terzo settore).

Con il d.lgs. 3 agosto 2018, n.105, pubblicato sulla GURI del 10 settembre 2018 ed entrato in vigore il giorno successivo, sono state introdotte, ai sensi dell’articolo 1, comma 7 della l. 6 giugno 2016, n. 106, disposizioni integrative e correttive al d.lgs. 3 luglio 2017, n. 117, recante il codice del Terzo settore. 

 

Soggetti interessati: enti iscritti ai registri nazionale e regionale della promozione sociale, ai registri regionali del volontariato e all’anagrafe delle Onlus.

Scadenza dei termini per gli adeguamenti statutari: 2 agosto 2019.

Modalità di approvazione delle modifiche statutarie da parte degli organi competenti (normalmente l’Assemblea): a seconda dei casi modalità semplificate (maggioranze deliberative ordinarie secondo quanto previsto dai rispettivi statuti) o modalità non semplificate (maggioranze deliberative rafforzate, normalmente previste dagli statuti in caso di modifiche statutarie).

Gli enti non iscritti ai registri che intendano adeguare gli statuti ai fini dell’iscrizione a questi ultimi, dovranno comunque applicare le disposizioni statutarie previste per le modifiche degli statuti e non potranno beneficiare della semplificazione di cui all’art. 101.

Gli enti iscritti che procedano alle modifiche statutarie oltre la scadenza del 2 agosto 2019 dovranno applicare le disposizioni statutarie previste per l’assunzione delle delibere modificative degli statuti, senza beneficiare della semplificazione.

Articolo

 

Oggetto

Natura dell’adeguamento (obbligatoria, derogatoria, facoltativa)

Modalità deliberativa (semplificata, non semplificata)

4

Forma giuridica, principi generali, declinazione finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale dell’ente

Obbligatoria

Semplificata

5

Individuazione attività di interesse generale che costituiscono l’oggetto sociale

 

Obbligatoria

Semplificata

6

Esercizio attività diverse

2 ipotesi:
Inserimento della previsione: facoltativa
Adeguamento di previsioni già presenti: obbligatoria

Semplificata solo in caso di adeguamento obbligatorio di previsioni già in essere, non semplificata in caso di previsione ex novo di esercizio di attività diverse.

8 co.1

 

Destinazione del patrimonio

Obbligatoria

Semplificata

8 co. 2

Divieto distribuzione utili

 

Obbligatoria

Semplificata

9

Devoluzione del patrimonio in caso di estinzione o scioglimento

Obbligatoria

Semplificata

 
 

10

 
 
 
 

Costituzione di patrimonio destinato ad uno specifico affare

 
 
 

Facoltativa

 
 
 

Non semplificata

 

12

 
 

Denominazione sociale ETS

 

Obbligatoria per gli enti diversi da, ODV, APS, Enti filantropici, Imprese sociali, Cooperative sociali, Società di mutuo soccorso, per i quali esistono specifiche disposizioni (artt. 32 co. 3, 35 co. 5, 37 co. 2 d.lgs. 117/2017; art. 6 d.lgs. 112/2017, art. 1 l. 381/1991, d.m. Mise 6.3.2013 art. 3, comma 2)

Semplificata

 
 
 

32 c. 3

 
 
 
 

Denominazione sociale ODV

 
 

ODV iscritte: obbligatoria.

ODV costituite ma non ancora iscritte: obbligatoria ma con clausola integrativa

 

Semplificata Semplificata

 
 
 

35 c. 5

 
 
 
 

Denominazione sociale APS

 
 

APS iscritte: obbligatoria

APS costituite ma non ancora iscritte: obbligatoria ma con clausola integrativa

 

Semplificata Semplificata

 
 
 

37 c. 2

 
 
 
 
 

Denominazione sociale “Ente filantropico”

 
 
 
 

Obbligatoria

 
 

Semplificata

 
 
 
 
 

13 c. 1-2

 
 

Bilancio: individuazione degli organi competenti a porre in essere gli adempimenti connessi

 
 

Obbligatoria

 
 
 

Semplificata

 
 
 

13 c. 6

 

Nel caso in cui si preveda lo svolgimento di attività diverse da quelle ex art. 5: menzione del carattere secondario e strumentale nei documenti di bilancio

Se le attività sono previste: obbligatoria (se lo statuto prevede lo svolgimento di attività diverse da quelle istituzionali)

 
 

Semplificata

 

14 co. 1

 
 
 
 

Bilancio sociale: individuazione degli organi competenti a porre in essere gli adempimenti connessi

 
 

Obbligatoria in caso di raggiungimento delle soglie di legge

 

Semplificata

 
 
 

15 co. 3

 
 
 
 
 

Diritto in capo a soci/associati/aderenti di esaminare i libri sociali

 
 
 
 

Obbligatoria

 
 

Semplificata

 
 
 

17

 
 
 

Volontari

 
 
 

Obbligatorio rimuovere previsioni statutarie difformi alla legge per gli enti che si avvalgono di volontari

 

Semplificata

 
 
 

23 co. 1, 2, 3

 
 

Ammissione dei soci

 

Derogatoria (nel caso in cui si intendano introdurre disposizioni differenti da quelle generali presenti nel Codice)

Semplificata

 
 
 

24 co. 1

 
 
 
 
 
 

Diritto di voto dei neoassociati

 
 
 
 

Derogatoria per periodi inferiori ai 3 mesi. Non modificabile in peius

 
 

Semplificata

 
 
 
 

24 co. 2

 
 
 

Rappresentanza degli enti associati (attribuzione di voti >1 fino a 5 voti)

 

Facoltativa

 
 

Non semplificata

 

24 co. 3

 
 
 
 
 

Delega

 
 
 
 

Derogatoria

 
 

Semplificata

 
 
 
 
 

24 co. 4

 

Ricorso al voto per corrispondenza o telematico

Facoltativa

 
 

Non semplificata

 

24 co. 5

 
 
 
 
 

Possibilità di assemblee separate

 
 
 
 

Facoltativa

 
 

Non semplificata

 
 
 

24 co. 6

 
 

Applicabilità per le fondazioni del terzo settore dotate di organo assembleare o di indirizzo delle norme previste per le assemblee delle associazioni

 

Derogatoria

Semplificata

 
 
 
 
 

25 co. 1

 
 
 
 

Competenze assemblea

 
 
 

Obbligatoria

 
 
 
 

Semplificata

 

25 co. 2

 
 

Competenze assemblea (enti con associati ≥ 500)

 

Derogatoria

Semplificata

 
 
 

25 co. 3

 
 
 
 
 

Competenze assemblea fondazioni

 
 
 
 

Facoltativa

 
 

Non semplificata

 
 
 
 
 

26, co. 1, 2

 
 

Organo di amministrazione

 
 

Obbligatoria (funzioni, composizione, funzionamento se collegiale)

 
 
 

Semplificata

 

26, co. 3,4,5

 
 

Amministratori: requisiti, appartenenza, soggetti con diritto di nomina di uno o più amministratori

 

Facoltativa

Non semplificata

 
 
 

26 co. 7

 
 
 
 
 

Potere generale di rappresentanza e regime di conoscibilità di eventuali limitazioni.

 
 
 
 

Obbligatoria

 
 

Semplificata

 
 
 

26 co. 8

 
 
 

Organo di amm. nelle Fondazioni

 
 
 

Obbligatoria (co. 7) o Facoltativa (co. 3, 4 e 5):

 

Semplificata se obbligatoria Non semplificata se facoltativa

 
 
 

30

 
 

Organo di controllo

 

Obbligatoria per le fondazioni e gli enti dotati di patrimoni destinati nonché per gli enti che raggiungono i limiti dimensionali

Facoltativa per gli enti che istituiscono l’organo pur non essendovi tenuti per obbligo di legge

Semplificata Non semplificata

 
 
 
 
 

30 co. 6

 
 
 
 

Attribuzione all’organo di controllo dei compiti di revisione legale dei conti

 
 
 

Facoltativa

 
 
 
 

Non semplificata

 

31

 
 
 
 

Revisione legale (per raggiungimento limiti dimensionali ed enti con patrimonio destinato)

 
 
 

Obbligatoria

 

Semplificata

 
 

32 co. 1

ODV: forma associativa, finalità e modalità di svolgimento delle attività (apporto prevalente dei volontari)

Obbligatoria

Semplificata

32 co. 2

Possibilità di associare altri enti del TS o senza scopo di lucro

Facoltativa se non prevista

Obbligatoria se necessaria a riallineare le previsioni con quelle disposte dalla legge (es. introducendo il limite del 50%)

Non semplificata Semplificata

34 co. 1 e2

Ordinamento e amministrazione ODV

Obbligatoria

Semplificata

35 co.1

APS: finalità e modalità di svolgimento delle attività (apporto prevalente dei volontari), destinatari delle attività

Obbligatoria

Semplificata

35 co. 2

APS: assenza di limiti e discriminazioni nell’accesso e nella partecipazione alla vita associativa

 

Obbligatoria

Semplificata

38 co. 2

Principi per la gestione del patrimonio, la raccolta di fondi, la destinazione, le modalità di erogazione delle risorse

Obbligatoria

Semplificata

41 co.3

 

Reti associative nazionali: allineamento contenuti statutari con le previsioni di legge

 

Facoltativa

Non semplificata

41 co. 7

Reti associative: ordinamento interno nel rispetto di democraticità pari opportunità uguaglianza ed elettività

Obbligatoria

Semplificata

41 co. 8, 9, 10

 

Reti associative: diritto voto, deleghe e competenza assemblea

Derogatoria

Semplificata

98

Associazioni e Fondazioni, esclusione della possibilità di operare trasformazioni fusioni e scissioni

Derogatoria

Semplificata

Letto 1795 volte

Ultimi posts